Nuovo atlante del terzo spettro solare e variazione da centro a limbo.

L’archivio dati dell’IRSOL è stato completato con il nuovo Atlante del Terzo Spettro Solare che comprende la misura della variazione da centro a limbo dello spettro solare.  

I dati sono stati ottenuti attraverso un progetto osservativo svolto durante alcuni anni al telescopio Gregory-Coudé dell’IRSOL, che ha coinvolto gli autori M. Setzer, R. Ramelli, M. Engelhard, M.Bianda, F. Paglia, J.O. Stenflo, G. Küveler and R. Plewe.

L’Atlante del Terzo Spettro Solare (SS3) rappresenta il rapporto fra lo spettro di intensità misurato a varie distanze dal bordo solare e lo spettro misurato al centro del disco solare (µ = 1.0), entrambi normalizzati al livello del continuo. Le posizioni dove sono state effettuate le misure coprono 9 valori di µ lungo l’asse solare, fra 0.1 e 0.9 a passi di 0.1, dove µ=cosθ  rappresenta il coseno dell’angolo eliocentrico θ. La versione corrente dell’atlante copre un intervallo di lunghezza d’onda fra 4384Å e 6610Å.

L’atlante si trova (con spiegazioni in inglese) all’indirizzo:

http://www.irsol.ch/data-archive/clv-ss3/

 

L’IRSOL organizza un workshop SCOSTEP dal 10 all’11 ottobre 2017

IRSOL è l’organizzatore locale del workshop SCOSTEP che si terrà dal 10 all’11 ottobre 2017

SCOSTEP è un’organizzazione internazionale che ha lo scopo di rafforzare e promuovere la ricerca in ambito internazionale della fisica solare e terrestre. Dal 2016 la Svizzera è un membro di SCOSTEP e l’Accademia Svizzera delle Scienze ha istituito un comitato nazionale con lo scopo di promuovere e di rappresentare la comunità solare-terrestre in Svizzera e a livello internazionale. L’IRSOL è rappresentato in seno a tale comitato dal suo collatoratore Dr. Renzo Ramelli.

Il workshop ha come scopo quello di mettere in contatto scienziati svizzeri con un interesse per le scienze terrestri e solari. Esso incoraggia uno scambio attivo tra scienziati provenienti da tutti i campi delle scienze solari e terrestri al fine di identificare delle sinergie, di creare delle collaborazioni e di rafforzare la relativa comunità.

Per maggiori informazioni e per registrarsi si veda l’indirizzo:

http://data.irsol.ch/scostep17/

Due secoli dalla nascita di Rudolf Wolf

Il 7 luglio 1816 nasceva Rudolf Wolf. Chi era costui? Non un Carneade qualsiasi, ma l’astronomo che sarebbe diventato il direttore dell’Osservatorio federale di Zurigo: per la precisione, l’inventore del metodo che porta il suo nome e che consente di studiare in modo rigoroso il ciclo solare.

Per ricordare Rudolf Wolf nel bicentenario della nascita il Politecnico di Zurigo ha pubblicato un interessante articolo:

Astronomy and solar research – Rudolf Wolf and his legacy

Nel nostro piccolo, anche noi abbiamo pubblicato una serie di quattro articoli che sono stati ospitati sul blog di MeteoSvizzera:

Lo studio del Sole fra passato e futuro

1. parte – 4 motivi per cui vale la pena studiare il sole

2. parte – Una palla di gas, le sue macchie, un astronomo svizzero e un farmacista tedesco

3. parte – Il metodo di Wolf: una tradizione svizzera, di generazione in generazione

4. parte – 400 anni: l’esperimento scientifico più lungo della Storia