Storia

1960 – 1984

L’osservatorio è creato e gestito dall’Università di Göttingen (USWG), Germania.

1984

L’Università di Göttingen trasferisce l’attività osservativa e buona parte della strumentazione a Tenerife (Isole Canarie). Un’intesa con la Deutsche Forschungsgemeinschaft permette l’acquisto dell’istituto da parte dell’associazione privata AIRSOL (Associazione Istituto Ricerche Solari Locarno) (vedi statuti).

1987

La fondazione privata FIRSOL (Fondazione Istituto Ricerche Solari Locarno) rileva l’osservatorio.

1988 – 1992

La strumentazione viene ricostruita e aggiornata (nuova elettronica, nuovo reticolo). La collaborazione tecnica con la Fachhochschule di Wiesbaden (FHSW) permette di migliorare l’automatizzazione.

1993 – 1995

La strumentazione rinnovata permette di riprendere l’attività di ricerca.

1996

Si creano delle collaborazioni di ricerca con altri istituti, in particolare con il Politecnico Federale di Zurigo (Prof. Stenflo).

1998

Il polarimetro ZIMPOL, uno strumento all’avanguardia sviluppato dal Politecnico Federale di Zurigo, viene utilizzato regolarmente all’IRSOL.

2004

Un sistema di ottica adattiva sviluppato in collaborazione con la SUPSI è installato all’IRSOL.

2005

Viene installato all’IRSOL un sistema di filtri interferenziali Fabry-Perot.

2008

  • Dopo la chiusura della cattedra di fisca solare presso il politecnico federale di Zurigo, lo sviluppo del polariemtro ZIMPOL prosegue all’IRSOL in collaborazione con la SUPSI .
  • IRSOL diventa membro dell’associazione EAST, che ha come scopo quello di promuovere la costruzione di un telescopio europeo di grande apertura (EST).

2009

La nuova generazione del polarimetro ZIMPOLIII diviene operativa all’IRSOL.

2012

IRSOL entra nel consorzio europeo SOLARNET

2013

  • La confederazione Svizzera riconosce un finanziamento all’IRSOL.
  • L’IRSOL organizza la prima campagna di osservazione con ZIMPOL al nuovo telescopio GREGOR a Tenerife.